Crea sito

Cenni storici

Le Clarisse dell’Immacolata costituiscono un novello ramo dell’Ordine di Santa Chiara, nato nel 2002. L’obiettivo principale di questa nuova fondazione è quello di realizzare un “ritorno alle fonti” (PC 22) ossia alle proprie origini francescano-clariane con particolare accentuazione della “marianità” della Santa Madre Chiara che fu dal suo biografo definita “impronta della Madre di Dio”. Questa particolare connotazione mariana si esplicita attraverso il Voto della totale Consacrazione all’Immacolata (Voto Mariano) secondo la spiritualità di San Massimiliano Maria Kolbe, il francescano martire della carità, morto ad Auschwitz per aver offerto la sua vita per un compagno di prigionia. Si tratta di un voto costitutivo ed essenziale, il primo dei cinque voti che esse professano (Voto Mariano, voto di povertà, di castità, di obbedienza, di clausura) che porta la singola monaca a vivere la povertà dell’Immacolata, la Sua castità, la Sua obbedienza, per essere Lei stessa “vivente, parlante e operante”.

  • Campana
  • Breve processione in giardino
  • Breve processione in giardino2
  • Verso Maria
  • Breve processione in giardino3
  • Orazione
  • Contemplazione
  • Professione Religiosa
  • Corona del S. Rosario